sito tedesco ch 3
nuvole hd
nuvola 7
nuvola 4
giornali2

Gli aggiornamenti dalla redazione della Agenzia Giornalistica Italia

Testata on line Citta Studi Media

             News Radio 24

Gli aggiornamenti dalla redazione 

Emergenza Coronavirus - disposizioni emanate - 

----- CORTESIA ANSA.IT ---Ancora bloccate le prenotazioni per il vaccino nel Lazio per l'attacco hacker che da ieri ha colpito i sistemi informatici della Regione e che sarebbe partito dall'estero. La campagna di vaccinazione nel Lazio prosegue nonostante l'attacco hacker. Fino ad ora sono prenotati fino al 13 agosto oltre 500mila cittadini che possono recarsi nei centri di somministrazione nella data e nell'orario già indicato. "Sono in corso tutte le attività di verifica tecnica per ripristinare l'operatività dei sistemi in totale sicurezza. I tecnici sono al lavoro anche per riattivare in sicurezza le nuove prenotazioni, nessun dato sanitario è stato trafugato", ha assicurato l'assessore alla sanità della Regione Lazio Alessio D'Amato. "Sono pienamente funzionanti i sistemi informativi della rete di emergenza urgenza Numero Unico 112 e 118. Operativi anche tutti i sistemi delle reti tempo-dipendenti e il sistema ospedaliero SIO e il SIES. Operativo il sistema trasfusionale", ha riferito anche D'Amato. Il presidente della Regione, Nicola Zingaretti, in conferenza stampa ha spiegato: "non conosciamo la matrice dell'attacco e tutte le ipotesi sulla matrice sono al vaglio degli investigatori". Ha poi aggiunto che "la definizione (dell'attacco, ndr) non è dato saperla". Preso di mira il Ced della Regione Lazio e disattivato anche quelli del portale Salute Lazio e della rete vaccinale. È il primo tassello degli accertamenti che la polizia postale sta svolgendo in coordinamento con la Procura di Roma. Al momento non è stata ancora circoscritta l'area geografica da cui sono partiti i malware che hanno infettato i server regionali. "Stiamo difendendo in queste ore la nostra comunità da questi attacchi di stampo terroristico. Il Lazio è vittima di un'offensiva criminosa, la più grave mai avvenuta sul nostro territorio nazionale", ha detto Zingaretti. "Gli attacchi sono ancora in corso. La situazione è molto seria e molto grave", ha spiegato Zingaretti dicendo che nella notte c'è stato un altro attacco ma è stato respinto sena ulteriori danni. "I dati finanziari e i dati del bilancio non sono stati toccati. Appena tutto sarà ripristinato intendiamo dare priorità assoluta a servizi nel campo della salute. 112 e ares 118 sono attivi e non sono mai stati interrotti così come i numeri della sala operativa della protezione civile", ha detto ancora il presidente della Regione Lazio. Inoltre - è stato specificato - non ci sono state ripercussioni sui ricoveri né sugli interventi di natura chirurgica. "Sono stati bloccati quasi tutti i file del Ced", ha detto Zingaretti. Alla conferenza stampa i tecnici hanno aggiunto: "è stato colpito quasi tutto il mondo virtuale delle nostre installazioni". "Non è stata formalizzata alcuna richiesta di riscatto rispetto a quanto è avvenuto", ha detto ancora Zingaretti in merito alle notizie che erano emerse nelle ultime ore riguardo ad una richiesta di riscatto da parte dei pirati informatici

l'edicola

l'edicola estera

i canali web di RADIO 1 CLOUD

edicola web

in direttcon il CTV 

conferenza stampa Presidente Draghi

Cerimonia per il 75° della Repubblica Italiana

Televisioni estere

Meteo citta studi

Città Studi Media è una testata periodica realizzata unicamente su supporto informatico e diffusa unicamente per via telematica ovvero on line, il cui editore non ha fatto domanda di provvidenze, contributi o agevolazioni pubbliche e che conseguano ricavi annui da attività editoriale non superiori a 100.000 euro, di conseguenza non è soggetta agli obblighi stabiliti dall’articolo 5 della legge 8 febbraio 1948, n. 47, dall’articolo 1 della legge 5 agosto 1981, n. 416, e successive modificazioni, e dall’articolo 16 della legge 7 marzo 2001, n. 62, e ad essa non si applicano le disposizioni di cui alla delibera dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni n. 666/08/CONS del 26 novembre 2008, e successive modificazioni. (Legge 7 marzo 2001 n°62 pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 21 marzo 2001 n° 67 - Sentenza della Corte di Cassazione Sezione III penale del 10 maggio 2012 n° 23230)